In crypta. Simbologia sacra nella scultura contemporanea





Dall’8 dicembre all’8 gennaio 2018, in uno dei luoghi più suggestivi di Grottaglie,il Convento dei Cappuccini, sede del Museo della Civiltà Rupestre, si svolgerà  una mostra collettiva di scultura prova a mettere in luce il valore del simbolo nella cultura artistica contemporanea.

Croce, scala, torre, calice, stella e tanti altri sono simboli millenari della cultura sacra. Attorno a essi dodici artisti si interrogano, attraverso opere in ceramica, ponendo domande sul valore umano, spirituale e soprattutto creativo del simbolo. E mettono in scena, attraverso sculture e installazioni, le declinazioni creative e contemporanee contenute nella simbologia sacra.

Nella storia dell’umanità, fin dalle sue origini, arte e simbolo possono considerarsi imprescindibili l’una dall’altro: da qui la riflessione intorno all’arte quale strumento e linguaggio esemplare per rendere espliciti e attuali i valori eterni che i simboli custodiscono.

Opere di
Giorgio Crisafi, Sabino De Nichilo, Paolo De Santoli, Yvonne Ekman, Antonio Grieco, Ezia Mitolo, Riccardo Monachesi, Jasmine Pignatelli, Francesco Sannicandro, Mara van Wees, Antonella Ventola, Antonio Vestita

Mostra a cura di
Francesco Paolo Del Re

Progetto di
Daniela Gallavotti Cavallero, Jasmine Pignatelli, Mara van Wees

Venerdì 8 dicembre si terrà l’inaugurazione della mostra “IN CRYPTA, Simbologia Sacra nella Scultura Contemporanea”