Castellaneta. Uniti per il bene comune,la nostra Terra

Questa mattina a Castellaneta si è svolta una mattinata ecologica dal nome IO MI SPORCO LE MANI che ha visto la partecipazione dell’Associazione Amici delle Gravine, Comune di Castellaneta, Scuole e semplici cittadini. Armati di buona volontà hanno letteralmente ripulito da rifiuti abbandonati diversi tratti del percorso che attraversa Castellaneta nella Via Ellenica del Cammino Materano.
Un bellissimo progetto nato dal basso, che prevede una serie di percorsi a piedi o in bicicletta che toccano la Puglia e non solo, fino a Matera Capitale della Cultura 2019. Castellaneta è tappa nel percorso della via Ellenica del Cammino Materano di imminente apertura, un tracciato di circa 370 km suddiviso in tappe, da Brindisi a Matera, dalla Valle d’Itria alla Terra delle Gravine. Un progetto di sviluppo per il  territorio, dove i concetti base sono: accoglienza, ospitalità, cortesia, cultura, storia, natura, bellezza, rispetto e cura dei luoghi.

Proprio la cura dei luoghi è lo spirito che ha unito questa mattinata le varie realtà del territorio, un segnale forte al rispetto per l’ambiente, un gesto l’amore per la nostra Terra. L’entusiasmo dei ragazzi dei due Istituti Comprensivi F. Surico e Pascoli – Giovinazzi con i loro insegnanti è stato davvero travolgente, tanti sorrisi e tante mani volenterose hanno raccolto diversi quintali di rifiuti abbandonati. Solo rispettando l’ambiente possiamo raccontare il nostro bellissimo territorio ai tanti camminatori che nei prossimi mesi lo percorreranno.

La Terra delle Gravine ha una storia millenaria da raccontare, partendo dalle gravine scrigni di biodiversità ai villaggi rupestri passando dai polmoni verdi delle nostre pinete fino ai centri storici con chiese, palazzi ripercorrendo culture e tradizioni di oggi borgo. C’è tanto ancora da fare, ma prima di tutto impariamo a rispettare il nostro territorio.